“Quella volta che il prof…”: racconta la tua esperienza peggiore all’università!

Contact Form Shortcode Error: Form 2 does not exist

Ho di recente imbastito un progetto piuttosto ampio nel quale, tra le varie cose, vi è una sezione dedicata alle storie delle peggiori esperienze vissute all’università da parte degli studenti.

Per questo motivo ho deciso di creare l’Universitameron, una sezione del blog che, parafrasando il Boccaccio, vi dà l’occasione di raccontare i momenti più brutti, tristi o imbarazzanti che avete trascorso tra le mura accademiche. Angherie dei professori, ritardi nella pubblicazione dei voti, esami da incubo, lezioni saltate, segreterie perennemente chiuse o quant’altro: raccontami i fatti più clamorosi che vi sono capitati!

Le regole sono semplici:

  • NON puoi partecipare se ti sei laureato da più di 5 anni.
  • NON mi servono i tuoi dati completi, bastano il nome e l’iniziale del cognome.
  • NON inserire dati sensibili nel tuo racconto: niente nomi di professori o compagni, mantieniti sempre sull’anonimato.
  • NON indicare la facoltà a cui appartieni: mi basta sapere solo l’Ateneo.
  • NON dilungarti o divagare troppo: mantieniti sulla descrizione di un singolo episodio specifico.
  • Infine, te lo chiedo come favore personale: scrivi in italiano!

Man mano che riceverò dei racconti, li pubblicherò qui, in modo che tutti possano leggerli e magari confrontarsi tramite i commenti.

Se vuoi puoi contribuire attraverso Facebook, scrivendo la tua storia nella pagina dedicata:

Altrimenti qui sotto trovi il modulo per inviare la tua storia via mail.
Ti ringrazio
in anticipo per il tuo contributo!

 

2 Thoughts on ““Quella volta che il prof…”: racconta la tua esperienza peggiore all’università!

  1. perchè laurati da non più di 5 anni? Le esperienze sono sempre significative, anche quelle un po'….datate! Ti posso assicurare che, ascoltando i racconti di alcune mie tirocinanti, mi sono resa conto che in questi anni…la situazione delle Università italiane non sia cambiata poi molto!!! Attendo un tuo commento, grazie. Daniela

  2. Perché metodologicamente non andrebbe bene prendere periodi più lunghi: con la frequenza delle riforme universitarie, in 10 anni si avrebbe un'eterogeneità incredibile delle esperienze.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation