Recensione della custodia Kanaj “Tokyo” per iPhone 6

DSCF5703-2

Non appena si cambia smartphone, specie se un iPhone, è di certo buona norma acquistare immediatamente una custodia protettiva, onde evitare spiacevoli sorprese (vedi il caso – ma neanche troppo caso – bendgate che ha di recente colpito l’ultimo telefono di Apple). A tal proposito i ragazzi di Kavaj, azienda tedesca che produce custodie di pelle, hanno acconsentito a mandarmi un loro prodotto da recensire.

Continue Reading →

#leggetesotto: come la pubblicità mirata su Facebook può salvarvi da bufale e complottismi

Senza-titolo-3

Da qualche tempo a questa parte (francamente non ricordo quanto) Facebook ha introdotto una lista di suggerimenti mirati sotto ogni link esterno pubblicato su cui l’utente clicca, presumibilmente da fonti che pagano il social network per diffondere i propri articoli. Se di per sé questa funzione può rivelarsi generalmente utile (quando gli articoli in effetti sono pertinenti) o fastidiosa (quando le fonti non ci piacciono), nell’ultimo periodo sta dimostrando di avere un potenziale del tutto inaspettato contro la diffusione delle bufale e dei complottismi più variegati che tristemente dilagano su internet.

Continue Reading →

#IceBucketChallenge: vi prego, continuate a lamentarvi

10635744_10152225428347382_755441409364316634_n

Come conseguenza del fervore scatenato dall’Ice Bucket Challenge, l’iniziativa benefica a favore della ricerca contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), come c’era da attendersi, non sono mancate le innumerevoli espressioni del più bieco e basso qualunquismo nostrano: da chi si scaglia contro i VIP che hanno aderito (specie se l’importo della loro donazione, qualora specificato, non soddisfa le proprie giustificatissime aspettative) a chi definisce l’intera iniziativa una pagliacciata esibizionista, le polemiche – proverbialmente – si sono sprecate e continuano imperterrite a sprecarsi.

Continue Reading →

Si deve fare a meno della festa della donna

8 MARZO 2010 - FESTA DELLA DONNA

Se mai ci sarà un giorno in cui si appianeranno veramente tutte le differenze di genere deleterie, sarà anche quello in cui non ci sarà più bisogno di una festa della donna.

Continue Reading →

I 5 motivi per cui ci si iscrive a Psicologia

La scelta della facoltà universitaria, si sa, è una delle più importanti nella vita di un giovane adulto italiano. Non si fa infatti in tempo a completare l’esame di maturità che già si osserva affiorare dagli abissi l’inquietante interrogativo sulla natura dell’imminente immatricolazione.
Chi, come il sottoscritto, a suo tempo ha scelto di studiare la mente umana (alias quell’eclettica scienza composta da materie differenti e a volte persino contrastanti tra loro che va sotto il nome di Psicologia) sa bene che i motivi che spingono un giovane virgulto a intraprendere quella strada sono spesso assai scollati dalla realtà universitaria e professionale. Nonostante la passione, l’impegno e la bravura che molti sviluppano negli anni, infatti, la quasi totalità delle matricole – vuoi per l’ingenuità tipica dei diciannovenni, vuoi per colpa della società infingarda – si iscrive solitamente seguendo delle ambizioni piuttosto stereotipiche, nonché il più delle volte irrealistiche.

Continue Reading →