Recensione della custodia Noreve Traditional E per iPhone 6

I ragazzi di Noreve, azienda francese di Saint Tropéz specializzata in beni in pelle, mi hanno gentilmente mandato la loro ultima versione della custodia Traditional E, fatta su misura per il neonato iPhone 6 di Apple.

Continue Reading →

Viva Trieste italiana, ché più italiana non potrebbe essere

frecce-tricolori-trieste1

Oggi sono sessant’anni che Trieste, la mia città, è ritornata italiana dopo un lungo periodo di occupazione da parte dell’esercito alleato. Una celebrazione che, come oramai sempre più spesso negli ultimi tempi, viene contestata da quanti sostengono che il ritorno all’Italia sia stato una sciagura, che la città sarebbe dovuta rimanere sotto l’Austria o che dovrebbe costituirsi nuovamente alla stregua di un territorio libero indipendente, come era stata per qualche anno dopo il termine del secondo conflitto mondiale.

Continue Reading →

Non c’è fango che tenga

BzvRaCiIcAAIjjR.jpg_large

In un momento così duro e drammatico, specie con quel retrogusto amarissimo di déjà vu a cui tanti italiani hanno storicamente dovuto fare l’abitudine, queste sono le immagini che vale la pena di osservare.

Continue Reading →

“Exactly” is the new “I don’t know”: i fashion blogger rispondono convinti a domande senza senso

Screenshot 2014-10-09 18.09.19

L’agenzia di comunicazione Fasten Seat Belts, in un lampo di genio malefico, si è recata alla Fashion’s Week di Milano e ha girato delle interviste coi fashion blogger che calcavano la scena ponendo loro delle domande finte e senza senso. Nemmeno a dirlo, le risposte si sono rivelate essere tutte verissime e – soprattutto – convintissime.

Continue Reading →

È proprio dura, a volte, continuare ad avere fede nell’Italia

Io amo il mio Paese. Se mi sono trasferito nel Regno Unito per continuare gli studi non è per chissà quale impellente tendenza esterofila, ma semplicemente perché, per quello di cui mi occupo, l’Italia non offre opportunità. A me l’Italia manca, su questo non vi è dubbio, e continuo a nutrire la recondita speranza che tante (troppe) cose possano un bel giorno cambiare nel Bel Paese.

Devo essere onesto, però: quando vedo immagini come quella qui sotto, spaccato di una situazione che ormai sempre più spesso mi si presenta sotto gli occhi, trovo che sia veramente dura continuare ad avere fede nella mia nazione.

Continue Reading →