#IceBucketChallenge: vi prego, continuate a lamentarvi

10635744_10152225428347382_755441409364316634_n

Come conseguenza del fervore scatenato dall’Ice Bucket Challenge, l’iniziativa benefica a favore della ricerca contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), come c’era da attendersi, non sono mancate le innumerevoli espressioni del più bieco e basso qualunquismo nostrano: da chi si scaglia contro i VIP che hanno aderito (specie se l’importo della loro donazione, qualora specificato, non soddisfa le proprie giustificatissime aspettative) a chi definisce l’intera iniziativa una pagliacciata esibizionista, le polemiche – proverbialmente – si sono sprecate e continuano imperterrite a sprecarsi.

Continue Reading →

Si deve fare a meno della festa della donna

8 MARZO 2010 - FESTA DELLA DONNA

Se mai ci sarà un giorno in cui si appianeranno veramente tutte le differenze di genere deleterie, sarà anche quello in cui non ci sarà più bisogno di una festa della donna.

Continue Reading →

I 5 motivi per cui ci si iscrive a Psicologia

La scelta della facoltà universitaria, si sa, è una delle più importanti nella vita di un giovane adulto italiano. Non si fa infatti in tempo a completare l’esame di maturità che già si osserva affiorare dagli abissi l’inquietante interrogativo sulla natura dell’imminente immatricolazione.
Chi, come il sottoscritto, a suo tempo ha scelto di studiare la mente umana (alias quell’eclettica scienza composta da materie differenti e a volte persino contrastanti tra loro che va sotto il nome di Psicologia) sa bene che i motivi che spingono un giovane virgulto a intraprendere quella strada sono spesso assai scollati dalla realtà universitaria e professionale. Nonostante la passione, l’impegno e la bravura che molti sviluppano negli anni, infatti, la quasi totalità delle matricole – vuoi per l’ingenuità tipica dei diciannovenni, vuoi per colpa della società infingarda – si iscrive solitamente seguendo delle ambizioni piuttosto stereotipiche, nonché il più delle volte irrealistiche.

Continue Reading →

Sempre lo stesso rito

index

Sony lancia #EndlessPlay, la nuova frontiera della videoludica social

#EndlessPlay

Chi, come il sottoscritto, ha vissuto l’infanzia e l’adolescenza a cavallo tra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila ricorda bene come, ai  tempi della prima e della seconda PlayStation, l’interazione tra giocatori reali era pressoché ridotta ai minimi termini. Più precisamente, essa si riduceva all’eventualità in cui il gioco prevedesse la modalità multigiocatore e il proprietario della console disponesse di un secondo joypad.

Continue Reading →