Non dimentichiamo che cos’è il 2 giugno

italia

Noi italiani, si sa, non brilliamo particolarmente per spirito patriottico. Al contrario, amiamo le polemiche alla follia, e ogni scusa è buona per infilarsi un coltello tra i denti e scagliarci contro il vicino di casa, quartiere, provincia o regione. La Festa della Repubblica, con la parata militare che da sempre la caratterizza (e che in tempi di crisi a molti pare uno spreco di denaro pubblico), non è certo da meno.

Continue Reading →

Se questa è libertà

fiamme-990x640

Tacito una volta scrisse che i romani, col loro passaggio, creavano il deserto e lo chiamavano pace. Allo stesso modo voi create nient’altro che disordine e avete il coraggio di chiamarlo libertà. Forse perché “libertà” è una parola di cui vi riempite la bocca senza conoscerne il vero significato.

Continue Reading →

Fate seriamente, irrimediabilmente schifo

strage-lampedusa

Vi risparmio la tiritera sull’epoca in cui gli immigrati eravamo noi, oramai si sente dappertutto e la sua inefficacia contro certi rigurgiti dei bassifondi è stata, ahimè, ampiamente comprovata. Vi risparmio anche l’invito a tacere in segno di rispetto, mi sembra chiaro che la mia voce sarebbe clamantis in deserto come lo sono state innumerevoli altre in precedenza.

Continue Reading →

Se non sapete cosa sono i disturbi mentali, chiudete quella bocca

germanwings27_custom-6e40ffb60899b0682ea39e4c4c2dd094084ee91a

Di tutte le conseguenze sociali più o meno ripugnanti di una grande tragedia, categoria tra le quali debitamente si annovera lo schianto del volo Germanwings, forse quella che trovo più insopportabile è la puntuale diffusione degli sproloqui da bar dello sport. Una famosa battuta di Clint Eastwood dice che le opinioni sono come le palle: ognuno ha le sue. E con le palle per la maggior parte sono ideate, aggiungerei io. Quindi, se dopo il naufragio della Costa Concordia l’Italia era diventata un Paese di ingegneri navali, ecco dopo lo schianto dell’Airbus A320 si sono riscoperti tutti psicologi e psichiatri.

Continue Reading →

L’Italia del dopoguerra raccontata da Montanelli

Screenshot 2014-12-04 13.04.31

Ho di recente trovato su internet una raccolta inestimabile di video in cui Indro Montanelli, intervistato da Alain Elkann, spiega la storia del secondo dopoguerra italiano, dal crollo del fascisco a mani pulite, con la sua consueta chiarezza e ironia.

Continue Reading →